Accedi al sito
Serve aiuto?

Valutazione richio bellico

La valutazione del rischio dovuto alla presenza di ordigni bellici inesplosi rinvenibili durante le attività di scavo nei cantieri, cosi come stabilito dal LEGGE n. 177 del 1 ottobre 2012è eseguita dal coordinatore per la progettazione. Quando il coordinatore per la progettazione intenda procedere alla bonifica preventiva del sito nel quale è collocato il cantiere, il committente provvede a incaricare un'impresa specializzata, in possesso dei requisiti di cui all'articolo 104, comma 4-bis. L'attività di bonifica preventiva e sistematica è svolta sulla base di un parere vincolante dell'autorità militare competente per territorio ( 5° o 10° Reparto Infratrutture - Ufficio B.C.M.) in merito alle specifiche regole tecniche da osservare in considerazione della collocazione geografica e della tipologia dei terreni interessati, nonché mediante misure di sorveglianza dei competenti organismi del Ministero della difesa, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Ministero della salute;

La CO.E.B. fornisce l'assistenza necessaria ai coordinatori per la progettazione affinchè possano essere acquisiti tutti gli elementi utili per la valutazione del rischio in questione.

QUALSIASI CERTIFICAZIONE DI AVVENUTA BONIFICA RILASCIATA DA IMPRESA NON RITENUTA IDONEA DAL MINISTERO DELLA DIFESA NON HA  ALCUN VALORE LEGALE.